Nov 132017
 

Milano si conferma sempre più non soltanto la capitale dell’imprenditoria italiana, ma anche un vero e proprio palcoscenico delle pari opportunità. In città, infatti, ogni giorno “nascono”

dieci nuove imprenditrici. Un dato che può solo rendere orgogliosi i milanesi e, soprattutto, le milanesi, particolarmente attive nei settori dei servizi alla persona e nel turismo, ma anche nel credito e nel manifatturiero.

Quasi 2 mila iscrizioni dei primi sei mesi 2017

Milano conta, a fine 2016, 52mila imprese femminili: lo rivela l’analisi condotta sui dati della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi. Questa cifra rappresenta il 17,6% delle imprese totali del territorio. I dati sono benauguranti anche a livello lombardo, con 155mila imprese femminili (il 19% territoriale) e le 1 milione e 160 mila italiane (22,5%). Il peso maggiore delle donne alla guida di un’azienda milanese è nei servizi alla persona (40%) e nel turismo (24%). Più alta della media milanese la presenza nel commercio e nei servizi alle imprese (18,5% circa).

Milano incrementa la sua quota rosa

Una presenza che si mantiene e si rafforza leggermente a Milano, nei primi sei mesi del 2017 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (+0,4%), con 1.876 imprese neo iscritte, oltre 10 al giorno. Un dato positivo rispetto al -5,4% nazionale e al -4,4% lombardo.

Nuove attività nel credito e nel manifatturiero

A Milano l’impresa femminile cresce grazie alle attività create nel credito (110, + 25%) e nel manifatturiero (151, +10%), con una tenuta nel commercio (507, -0,8%), nel turismo (158, -0,6%), settori entrambi con iscrizioni in calo nel Paese (- 12%). Tra Milano, Monza e Lodi, le imprese femminili sono 66 mila, di cui 11 mila  a Monza e 3 mila a  Lodi.

“Occorre sostenere la partecipazione delle donne all’economia di Milano. Si tratta di un elemento importante che caratterizza il nostro territorio e che contribuisce a sostenere la crescita. Presentiamo strumenti concreti per dare un contributo in questa direzione. Come Camera di commercio siamo attivi con un Comitato per l’Imprenditoria Femminile a supporto delle nuove idee imprenditoriali” ha dichiarato Erica Corti, della Camera di Commercio Metropolitana di Milano-Monza-Brianza-Lodi.

Aiuti concreti anche a livello regionale e nazionale

Oltre che il supporto della Camera di Commercio, l’attività imprenditoriale femminile può trovare diversi strumenti –  opportunità agevolative, finanziamenti di varia natura e programmi operativi di sostegno – anche a livello Regionale e nazionale. Le occasioni non mancano, quindi, basta saperle cogliere al meglio.

Sorry, the comment form is closed at this time.